Abies alba

Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Abete bianco
Abete bianco.jpg
Abies alba
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
DominioEukaryota
RegnoPlantae
SottoregnoTracheobionta
SuperdivisioneSpermatophyta
DivisionePinophyta
ClassePinopsida
OrdinePinales
FamigliaPinaceae
GenereAbies
SpecieA. alba
Nomenclatura binomiale
Abies alba
Mill., 1759
Sinonimi

Abies pectinata

Areale

Abies alba range.svg

L'abete bianco (Abies alba Mill., 1759), detto anche abete comune, abezzo o avezzo, è una pianta tipica delle foreste e delle montagne dell'emisfero boreale.[2]

L'abete bianco è un albero maestoso, slanciato e longevo, e data anche la sua notevole altezza (in media 30 metri, alcuni esemplari possono superare 50 metri), è soprannominato "il principe dei boschi".[3] Il più grande abete bianco d'Europa mai documentato era alto 50 metri e aveva una circonferenza di 4,8 metri[4]. Si trovava a Lavarone, in Trentino (abbattuto il giorno 13 novembre 2017 da una forte raffica di vento[5]), in località Malga Laghetto. Un abete bianco è il più alto tra gli alberi di Natale donati allo Stato di Città del Vaticano: è alto 34,60 metri, ha una circonferenza di quasi tre metri e pesa circa 95 quintali. Proviene dalla località di Cingoli nel comune di Taverna in Calabria.[6]