Argento

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Argento (disambigua).
Argento
  

47
Ag
 
        
        
                  
                  
                                
                                
  
palladio ← argento → cadmio
Aspetto
Aspetto dell'elemento
metallo bianco lucente
Generalità
Nome, simbolo, numero atomicoargento, Ag, 47
Seriemetalli di transizione
Gruppo, periodo, blocco11, 5, d
Densità10 490 kg/m³
Durezza2,5
Configurazione elettronica
Configurazione elettronica
Proprietà atomiche
Peso atomico107,8683 
Raggio atomico (calc.)144 pm
Raggio covalente145±5 pm
Raggio di van der Waals172 pm
Configurazione elettronica[Kr]4d10 5s1
e per livello energetico2, 8, 18, 18, 1
Stati di ossidazione1 (anfotero)
Struttura cristallinacubica a facce centrate
Proprietà fisiche
Stato della materiasolido (diamagnetico)
Punto di fusione1234,93 K (961,78 °C)
Punto di ebollizione2 435 K (2 162 °C)
Volume molare10,27 × 10−6 /mol
Entalpia di vaporizzazione250,58 kJ/mol
Calore di fusione11,3 kJ/mol
Tensione di vapore0,34 Pa a 1 234 K
Velocità del suono2 600 m/s a 293,15 K
Altre proprietà
7440-22-4
Elettronegatività1,93 (scala di Pauling)
Calore specifico232 J/(kg·K)
Conducibilità elettrica63 × 106  S/m
Conducibilità termica429 W/(m·K)
Energia di prima ionizzazione731,0 kJ/mol
Energia di seconda ionizzazione2 070 kJ/mol
Energia di terza ionizzazione3 361 kJ/mol
Isotopi più stabili
isoNATDDMDEDP
107Ag51,839% Ag è stabile con 60 neutroni.
108mAgsintetico 418 anniε
IT
2,027
0,109
108Pd
 
109Ag48,161% Ag è stabile con 62 neutroni
iso: isotopo
NA: abbondanza in natura
TD: tempo di dimezzamento
DM: modalità di decadimento
DE: energia di decadimento in MeV
DP: prodotto del decadimento

L'argento è l'elemento chimico nella tavola periodica che ha simbolo Ag (dall'abbreviazione del latino Argentum) e numero atomico 47. È un metallo di transizione tenero, bianco e lucido; l'argento è il migliore conduttore di calore ed elettricità fra tutti i metalli, e si trova in natura sia puro che sotto forma di minerale. Si usa nella monetazione, in fotografia e in gioielleria, in cui è protagonista di un'intera branca, l'argenteria, che riguarda coppe, cuccume, vassoi, cornici e posate da tavola.