Atletica leggera

Atletica leggera
Track and field stadium-2.jpg
Stadio di atletica leggera
FederazioneIAAF
InventatoAntica Grecia
Componenti di una squadraSport individuale
(eccetto le staffette con 3 o 4 atleti per squadra)
ContattoNo
GenereMaschile e femminile
Indoor/outdoorIndoor e outdoor
Campo di giocoPista di atletica leggera
(anello di 400 m se outdoor; anello di 200 m se indoor)
Olimpicodal 1896

L'atletica leggera è un insieme di discipline sportive che possono essere sommariamente suddivise in: corse su pista, concorsi (lanci, salti in elevazione e salti in estensione), prove multiple, corse su strada, marcia, corsa campestre e corsa in montagna.

La parola atletica deriva etimologicamente dal latino athlēta, che a sua volta deriva dal greco αθλητής (athletès) da άθλος (àthlos), "impresa", "prodezza".[1]

Gli eventi di atletica leggera vengono di solito organizzati attorno a una pista ad anello della lunghezza di 400 m, sulla quale si svolgono le gare di corsa. Le gare di lanci e salti invece, si svolgono sul campo racchiuso dalla pista.

Molte delle discipline dell'atletica leggera hanno origini antiche, e si tenevano in forma competitiva già nell'antica Grecia. L'atletica leggera venne inserita nei Giochi olimpici fin dalla prima edizione del 1896,[2] e da allora ha sempre fatto parte del programma olimpico.

Il corpo di governo internazionale dell'atletica leggera, l'International Association of Athletics Federations (IAAF), è stato fondato nel 1912. La IAAF organizza i campionati del mondo di atletica leggera, con cadenza biennale: la prima edizione si è svolta nel 1983 ad Helsinki.[3] In Italia, l'attività dell'atletica leggera è regolata dalla Federazione Italiana di Atletica Leggera (FIDAL).[4]