Azoto

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando la diocesi cristiano cattolica, vedi Diocesi di Azoto.
Azoto
  

7
N
 
        
        
                  
                  
                                
                                
  
carbonio ← azoto → ossigeno
Aspetto
Generalità
Nome, simbolo, numero atomicoazoto, N, 7
Serienon metalli
Gruppo, periodo, blocco15 (VA), 2, p
Densità1,2506 kg/m³
Configurazione elettronica
Configurazione elettronica
Proprietà atomiche
Peso atomico14,0067 u
Raggio atomico (calc.)65 pm
Raggio covalente75 pm
Raggio di van der Waals155 pm
Configurazione elettronica[He]2s22p3
e per livello energetico2, 5
Stati di ossidazione±1, ±3, 5, 4, ±2 (acido forte)
Struttura cristallinaesagonale
Proprietà fisiche
Stato della materiagassoso
Punto di fusione63,14 K (−210,03 °C)
Punto di ebollizione77,35 K (−195,82 °C)
Punto critico−147,14 °C a 3,39 MPa
Volume molare1,354 × 10−5  m³/mol
Entalpia di vaporizzazione2,7928 kJ/mol
Calore di fusione360,4 J/mol
Velocità del suono334 m/s a 298,15 K
Altre proprietà
7727-37-9
Elettronegatività3,04 (scala di Pauling)
Calore specifico1 040 J/(kg·K)
Conducibilità termica0,02598 W/(m·K)
Energia di prima ionizzazione1 402,3 kJ/mol
Energia di seconda ionizzazione2 856 kJ/mol
Energia di terza ionizzazione4 578,1 kJ/mol
Energia di quarta ionizzazione7 475,0 kJ/mol
Energia di quinta ionizzazione9 444,9 kJ/mol
Energia di sesta ionizzazione53 266,6 kJ/mol
Energia di settima ionizzazione64 360 kJ/mol
Isotopi più stabili
isoNATDDMDEDP
13Nsintetico 9,965 minε2,22013C
14N99,634% È stabile con 7 neutroni
15N0,366% È stabile con 8 neutroni
iso: isotopo
NA: abbondanza in natura
TD: tempo di dimezzamento
DM: modalità di decadimento
DE: energia di decadimento in MeV
DP: prodotto del decadimento

L'azoto (termine coniato nel 1787 dal chimico francese Louis-Bernard Guyton-Morveau, con il greco ἀ- privativa e ζωή «vita»[1]) è un elemento chimico della tavola periodica degli elementi. Il suo numero atomico è 7. Il suo simbolo è N (dal latino nitrogenium, passando dal francese nitrogène, coniato nel 1790 dal chimico Jean Antoine Chaptal fondendo il greco νίτρον, nitron, «nitrato di potassio»[2] con la radice γεν-, ghen-, «dare vita a».[3] Dal francese passò all'italiano come nitrogeno,[4] termine ormai obsoleto).

L'azoto è costituente fondamentale delle molecole organiche più importanti dal punto di vista biochimico (DNA, proteine, alcune vitamine), oltre che di composti inorganici estremamente diffusi e importanti come l'ammoniaca e l'acido nitrico.

L'azoto molecolare (formula molecolare N2, detto anche azoto biatomico o azoto diatomico o diazoto o semplicemente azoto) è un composto formato da due atomi di azoto; esso costituisce il 78% dell'atmosfera terrestre (in frazione di volume che è anche approssimativamente la frazione molare) e allo stato puro si presenta sotto forma di gas incolore, inodore, insapore e inerte.